Claudia Rainville

Claudia Rainville

Claudia Rainville è scrittrice, conferenziere, fondatrice del metodo della Metamedicina©

foto a mezzo busto di Claudia Rainville

Nata in Québec in un ambiente modesto, Claudia scopre molto rapidamente che può contare solo su sé stessa. Senza padre, con una madre che svolge diversi lavori per arrotondare alla fine del mese, lei si rifugia nel suo mondo interiore e negli studi. Dapprima intraprende gli studi in biologia medica e si specializza in seguito in microbiologia medica. Nel 1982, viene chiamata per partecipare alla messa in opera del dipartimento di microbiologia dell’ospedale Pierre Boucher a Longueuil.

Un terribile sentimento di essere sola e incompresa dai suoi cari la porta a voler mettere fine ai suoi giorni.

A trentadue anni viene dichiarata clinicamente morta dopo un tentativo di suicidio. Ma questa morte clinica la condurrà verso una nuova vita che avrà inizio con l’incontro nel settembre 1983 con Lise Bourbeau, fondatrice del Centro Écoute ton corps (Ascolta il tuo corpo). Claudia impara con lei a fare dei nessi tra ciò che dice o pensa e le azioni che mette in atto. Nella primavera 1984 intraprende con lei la formazione in animazione di gruppo e diventa la prima animatrice dopo Lise Bourbeau ad animare il corso Écoute ton corps.

Affascinata da tutto ciò che scopre sulla psicologia pratica, nell’agosto 1984 volta pagina ad una bella carriera in microbiologia medica e diventa volontaria a tempo pieno nel Centro Écoute ton corps. Nel 1985 apre la prima succursale del Centro Ecoutes ton corps e, quello stesso anno, diventa co–animatrice di Lise Bourbeau per il suo corso di formazione degli animatori di Écoute ton corps. All’inizio dell’anno 1986 riveste il ruolo di Coordinatrice dello sviluppo del Centro Écoute ton Corps. Va da una città all’altra del Quebec per presentare i nuovi animatori del corso.
Creazione del Seminario “Liberazione delle memorie emozionali”

Nel giungo 1986 lascia il centro “Ascolta tuo Corpo” per poter esprimere tutta la creatività che aveva trattenuto per restare fedele a Lise. Tralascia la crescita personale per approfondire la terapia individuale e di gruppo. Studia il funzionamento del cervello limbico e crea il seminario « Liberazione dalle memorie emozionali » che ha permesso a migliaia di persone di trasformare la loro vita e che ha ispirato molti terapeuti. Alcuni lo hanno anche ripreso senza il suo accordo sotto un appellativo diverso.

Creazione della Metamedicina

Nel 1987 crea la Metamedicina in seguito ad una trasmissione televisiva in cui si cercava come presentare il suo approccio.

Nella primavera 1988, dopo serie difficoltà finanziarie con il suo Centro, riceve il messaggio che deve partire oltremare, che il suo Maestro l’aspetta per iniziarla. Ciò le richiederà un grande coraggio ed una fede incrollabile per lasciare tutto dietro di lei, per partire verso l’ignoto ritrovandosi dall’altra parte del mondo senza un soldo in tasca. Chi è quel maestro, dove deve andare, non lo sa, tutto ciò che sa è che deve andare ai Giardini di Findhorn. Lascia tutto dietro di se, l’uomo che ama, i suoi figli, la sua famiglia, i suoi amici e quel centro in cui si era investita anima e corpo. A Findhorn, riceve il messaggio che deve andare in India. Questo viaggio che la conduce prima all’Ashram di Saï Baba nel sud dell’India, fu un vero viaggio iniziatico, in cui dovette dare prova di coraggio e mantenere la sua fede in qualsiasi prova per superare le difficoltà di questa odissea in capo al mondo.

Spiritualità

Fu tuttavia ricompensata dal’incontro con il Maestro che le era stato annunciato. È a Manali, ai piedi dell’Himalaya che incontra per la prima volta Sua Santità il Dalai Lama quando ancora non conosceva nulla di lui né del Buddismo. Diventerà il suo modello da seguire, che la ispirerà affinché la Metamedicina diventi una medicina di risveglio e di compassione.

Conferenziera e scrittrice internazionale

Al ritorno da questa odissea, si sistema nella città di Quebec dove anima diverse serie televisive durante alcuni anni.

Nel 1989 presenta al suo pubblico il suo primo libro che si intitola: « Participer à l’Univers, sain de corps et d’esprit » (Partecipare all’Universo sani nel corpo e nello spirito). Questo libro diventerà rapidamente un best–seller e sarà seguito nel 1990 da « Vivre en harmonie avec soi et les autres » (Vivere in armonia con se stessi e gli altri) dove propone ai suoi lettori come fare psicoterapia da soli. Quello stesso anno incontrerà chi diventerà suo marito.

Nel 1991 una nuova chiamata. Di nuovo, deve rendersi disponibile per una nuova odissea in India. Questa volta rivede il Maestro Sathya Saï Baba, conosce il Grande Maestro di Béas, segue una formazione all’Unversità Brahma Kumaris, incontra Madre Teresa a Calcutta e segue una formazione sul buddismo con Tenzin Choedrak, un lama saggio prima di ritrovare il suo maestro Sua Santità il Dalai Lama.

Al ritorno da questo viaggio, inizia una prima tournée di conferenze in Europa che la porterà a passare oltre 6 mesi all’anno sulle strade di Francia, Belgio e Svizzera fino al 2003.

Dai suoi percorsi in India nasce un primo libro nel 1992, « Rendez–vous dans les Himalayas. Ma quête spirituelle » (Appuntamento in Himalaya. La mia ricerca spirituale), seguito l’anno seguente da « Rendez–vous dans les Himalayas. Les enseignements » (Appuntamento in Himalaya. Gli insegnamenti), l’anno del suo matrimonio.

Proseguendo le sue ricerche sulle cause dei malesseri e malattie, riprende la sua opera « Participer à l’Univers, sain de corps et d’esprit » che diventa « Métamédecine La guérison à votre portée » (Metamedicina, la guarigione a portata di mano) che pubblica nel 1995. Questo libro è diventato un best–seller in 6 lingue e venduto in centinaia di migliaia di copie. Sarà seguito nel 1996 da « Métamédecine des relations affectives. Guérir de son passé » (Guarire le ferite del passato), e nel 1997 da « Métamédecine du couple. Réussir sa relation amoureuse » (Metamedicina della coppia. Avere successo nella relazione amorosa).

Mentre il successo conosciuto in Quebec declina, quello in Europa si allarga. Diversi giornali e riviste parlano di lei e della Metamedicina.

Riprende la penna nel 2001 per scrivere una versione rivisitata del libro Métamédecine la guérison à votre portée e pubblica nel 2003 « Métamédecine Les Outils thérapeutiques » (Ogni sintomo é un messaggio) Quell’anno è segnato da una scelta, la scelta più difficile della sua vita. Suo marito desidererebbe che lei mettesse fine alle sue tournée. Stanco di vivere negli alberghi o di essere lontano da lei, la spinge a limitarsi alla scrittura. All’inizio, lei accetta per amore, ma crea inconsciamente gli eventi che la spingeranno a continuare. All’inizio dell’autunno 2003 lascia nuovamente tutto dietro le spalle, l’uomo che ama più di ogni cosa, i suoi figli, la sua casa, il suo paese per rendersi disponibile alla nuova missione che la attende in Italia.

Era venuta in Italia nel 1993, 1994 e 1995. Ritorna nel novembre 2003 a Roma partecipando al congresso: « L’era della colomba! ». Il suo nuovo compagno e amico Yvan Hérin la accompagna in questa nuova missione e diventa uno dei principali porta bandiera della Metamedicina.

Il 2004 vede inoltre nascere diversi consulenti e animatori in Metamedicina. La filosofia Insieme per l’Insieme prende corpo gradualmente con i suoi piccoli conflitti interni inevitabili nell’apprendimento della collaborazione in autonomia.

Nel Maggio 2005 Claudia va con il suo compagno Yvan Hérin in Rwanda dietro invito del teologo Laurien Ntezimana per dare una formazione in Metamedicina a degli studenti di medicina dell’Università di Butare dove si trovano anche una sociologa, un prete e delle suore. Uno degli studenti – attualmente il Dottor Jean Bosco Niyonzima – si orientò poi verso la psichiatria e preparò una tesi sulla Liberazione dalle memorie emozionali di gruppo oltre ad essere membro dell’Università di pace in Africa (UPA). In quanto al prete, padre Emmanuel, lasciò l’ordine nel 2012 per diventare consulente in Metamedicina.

Nel settembre 2005 pubblica « Je me crée une vie formidable ! » (Mi creo una vita formidabile) tradotto in italiano e spagnolo.

Durante quell’anno Claudia fa anche il suo ingresso nell’ambiente ospedaliero a Torino dove tiene delle conferenze a medici e infermieri. Diversi medici sono anche consulenti in Metamedicina. Le sue conferenze attirano così tante persone a Torino che si vede costretta a dare due conferenze di seguito perché la sala non riesce a contenere tutta la gente e nessuno vuole cedere il suo posto.

Nel 2007 crea la sua equipe di Bergamo, l’associazione « La via dello smeraldo » che vedrà passare i suoi collaboratori da 10 persone a oltre 50 in qualche anno.

Nel 2008 c’è il grande ritorno in India, questa volta con un gruppo di 58 persone che rifaranno con lei il percorso iniziatico che aveva seguito 17 anni prima. Al ritorno da questo viaggio, lascia le sue valigie in Italia.

Nel 2009 riparte con un gruppo a Bali questa volta creando un nuovo seminario « Maschile e femminile riconciliati ».

Nel 2010 esce « La Grande Encyclopédie de la Métamédecine » (Il Grande Dizionario della Metamedicina), frutto di 25 anni di ricerche che è un riferimento sia per la medicina allopatica che olistica e dolce o parallela, opera indispensabile per i medici e terapeuti che si interessano alla medicina psicosomatica.

Nel 2010 é invitata dal dipartimento di Psicologia dell’Università de L’Aquila dove gli studenti ricevono un credito seguendo il suo seminario « Utilizza l’energia trasformativa di un evento traumatico per uscire dalla sopravvivenza. »

Nel 2011 pubblica « Il segreto per guarire » e scrive i suoi primi libri per bambini che usciranno nel 2012 così come il libro tanto atteso « Dal bruco alla farfalla. Sui passi di Gesù. » che riprende nella sua prima parte il libro « Rendez–vous dans les Himalayas. Ma quête spirituelle » (Appuntamento in Himalaya, la mia ricerca spirituale).

Claudia può attualmente contare su equipe meravigliose sia in Canada, che in Francia, Belgio, Italia e Spagna.
Lo scopo della sua vita

Il suo desiderio più grande è che sempre più esseri su questa terra si riconoscano come fratelli e sorelle di uno stesso Universo e che collaborino insieme per creare un mondo di pace, d’amore e di benessere per tutti.

« Che la preziosa aspirazione al risveglio nasca ovunque non ci sia ancora
e si moltiplichi senza mai rovinarsi laddove esiste già »Tenzin Gyastso XIV Dalaï Lama

Mondoprezioso - Gioielleria in Argento e Pietre Dure, Oggettistica

Il negozio online Mondoprezioso è una rappresentazione virtuale di cio' che potrete trovare e vedere in modo reale in argento e  pietre dure, oggettistica, artigianato presso la 
Gioielleria Pietra di Luna a Reggio Emilia.

Questa è la principale garanzia che forniamo al nostro cliente: acquistare da questo sito significa rivolgersi direttamente al nostro negozio sapendo che dall’altra parte ci siamo noi, con la serietà e la professionalità che ci hanno permesso di essere leader del settore sul mercato europeo e con la certezza della qualità del prodotto che state acquistando.

Potete navigare sul sito e acquistare subito online una vasta gamma di gioielli in argento con pietre semipreziose e preziose, o venirci a trovare direttamente, sarete serviti sempre con cortesia, competenza ed attenzione.

Scopri i nostri Gioielli in Oro su www.ametisgioielli.com